BLOCK NOTES

Il fazzoletto di rasorosa – Le nonne NON devono morire

testo e foto: © Antonella Di Girolamo Le nonne NON possono devono morire. Nonnagiù tirò fuori un fazzoletto di rasorosa, quadrato, piccolino, lo piegò in due così da ottenere un rettangolo, poi di nuovo in due e tornò ad essere quadrato e poi di nuovo in due, ma questa volta la piegatura venne fatta in diagonale, così da ricavarne un triangolo. E così me lo diede. Con uno spillo mi punse il dito. Così il fazzoletto non avrebbe raccolto le mie […]

Leggi tutto

LIBERATE LE NONNE, LIBERATEVI DONNE

testo e foto: © Antonella Di Girolamo   C’è fila alla cassa del supermercato. Tilia sceglie sempre la fila più lunga e più lenta perché le piace ascoltare le persone intorno a lei. Ormai ha sostituito quasi completamente il chiacchiericcio cosidetto “d’informazione” con lo sguardo rivolto verso gli altri.Negli incontri stradali è piacevole anche ascoltare le voci e i suoni. Le telefonate, fortuitamente ascoltate, a volte permettono l’aprirsi di finestre nella mente.La fila alla cassa si muove lentamente e le […]

Leggi tutto

Niiiinaaaailfazzolettoooooooo…

© testo e foto di Antonella Di Girolamo A 14 anni non si hanno le rughe. È certezza. Eppure improvvisamente appaiono sul suo volto. Prima sulla fronte, per tutta la sua larghezza, orizzontali e parallele, due o forse tre. Quasi in contemporanea, eccone una piccola, tra le sopracciglia, verticale, alla radice del naso. A 14 anni non si hanno le rughe. Non è più certezza. — Nella grande cucina, spazio vitale e sempre attivo, la GRANDE TV parla. Improvvisamente l’attenzione […]

Leggi tutto

Cor Meum

­­Cor Meum testo e foto: Antonella Di Girolamo Il cuore, quello almeno, lo abbiamo tutti. E’ un organo, è un muscolo, è innegabile. Ma cosa c’è nel cuore? Cellule e tessuti o vi alberga qualcosa di più effimero ma potenzialmente potente ? Forse c’è dell’altro. E’ lì che si trova la misericordia ? E’ lì che si ricorda ? E’ lì che l’Io diventa il Noi ? C’è qualcosa, che quando si ascolta, attiva pensieri, energie e sguardi che arrivano […]

Leggi tutto

IL REGALO DI NATALE

testo e foto: © Antonella Di Girolamo IL REGALO DI NATALE Il citofono: oggetto in disuso. Quasi. Oramai. Il mio citofono è complesso, oltre cento nomi e altrettanti numeri. Alcuni tasti hanno il simbolo dell’asterisco e del cancelletto, altri quelli del campanello e della chiavetta. Gli amici, trovandosi davanti al citofono con decine e decine di nomi, ti avvertono con una telefonata “Sono sotto casa tua…caffè?” È più facile telefonare che cercare il nome o il numero dell’interno, e le […]

Leggi tutto

MA BELLA PER CHI?

MA BELLA PER CHI? Eutanasia, il tema del giorno Anni fa mi chiesero di realizzare una foto che illustrasse il tema dell’Eutanasia. Come sempre cercai, ascoltai, mi informai e forse capii qualcosa. Sicuramente imparai, ancora una volta, a non avere certezze. Quelle certezze che portano un’immagine ad essere “chiara, diretta e comunicativa perchè la vita è bella e può essere ancora bella” così mi dissero quando rifiutarono questa fotografia. Una domanda in questi anni non ha ancora trovato una risposta […]

Leggi tutto

Le interviste del se – Riccardo Pieroni

Se dovessi trasferirti in un pianeta lontano, dove resterai per un po’ di tempo, che foto porteresti con te? Nessuna. Sarei troppo occupato a scattare quelle del nuovo pianeta. Se un Artista ti chiedesse di poter attingere al tuo album di famiglia lo permetteresti ? Le fotografie appartengono a chi le guarda e l’opera si ri-genera ad ogni nuovo sguardo. Gli autori finali delle fotografie sono gli osservatori. Bisogna accettare la metamorfosi delle nostre immagini. Se questa operazione la compie […]

Leggi tutto

Le interviste del se – Flaminia Lizzani

Se dovessi trasferirti un pianeta lontano, dove resterai per un po’ di tempo, che foto porteresti con te? Forse porterei tre foto: cielo, mare, terra. Tre piccole polaroid. Se un Artista ti chiedesse di poter attingere al tuo album di famiglia lo permetteresti ? Perché ? Sì potrebbe attingere. Un artista che stimo. Mi piacerebbe trasformasse le fotografia in qualcosa di diverso, magari usando un altro linguaggio. Mi piacerebbe vedere come cambia lo sguardo, e avere nuovi stimoli per creare […]

Leggi tutto